Febbraio 7, 2020

Conto corrente giovani: Come si apre?

Conto corrente giovani

I giovani rappresentano una platea di clienti sempre più ambiti dagli istituti di credito. E’ ben intuibile, d’altronde, che poter allacciare un buon rapporto con un giovane cliente significa poterlo supportare per anni e per decenni, con ciò che ne consegue per i conti della banca.

È anche per questo motivo che quasi tutti gli istituti bancari hanno al proprio interno una particolare forma di conto corrente giovani, un conto che possa soddisfare al meglio le proprie esigenze più specifiche. Ma quali sono?

Conto corrente giovani: risparmio e servizi innovativi

Ciò che cercano i giovani clienti degli istituti di credito sono, di norma, due elementi di fondo:

  • il risparmio sul canone di conto corrente, che ha portato molte banche a lanciare conti correnti per giovani a spese zero;
  • l’innovazione dei servizi, con la conseguenza che una buona parte dei conti correnti giovani poggia oggi la propria operatività sui servizi a distanza, via smartphone.

Detto ciò, ogni istituto bancario è naturalmente libero di personalizzare come meglio ritiene la propria offerta. Alcuni per esempio hanno predisposto dei finanziamenti adatti agli studenti universitari, altri delle carte prepagate per le loro spese online.

Come si apre il conto corrente giovani

L’apertura del conto corrente giovani non prevede alcuna particolarità rispetto a quanto non avvenga con l’apertura di un tradizionale conto corrente. Essendo l’unico requisito “aggiuntivo” l’età anagrafica, ne deriva che la banca potrà verificarla semplicemente acquisendo (cosa che fa già per tutta la generalità dei conti) le copie dei documenti di identità dei suoi nuovi correntisti.

Per il resto, in pochi minuti sarà possibile terminare la fase di accensione del rapporto, entrando in possesso di tutti gli strumenti utili per una migliore gestione delle proprie liquidità, e per un appagamento delle proprie esigenze di spesa.