Febbraio 17, 2020

Conto corrente per minorenni: Apertura e scelta

Conto corrente per minorenni

Il conto corrente per minorenni è un rapporto bancario destinato ai minori di età. Il suo scopo è, principalmente, quello di educare i più piccoli alla corretta fruizione del denaro e, contemporaneamente, permettere un’allocazione efficiente del risparmio, in maniera tale che possano essere gradualmente costituiti dei fondi che i giovanissimi ritroveranno di grande utilità negli anni successivi.

Come si apre un conto corrente per ragazzi sotto i 18 anni di età

Trattandosi di minorenni e, dunque, di persone prive della capacità di poter sottoscrivere contratti bancari, è lecito rammentare come qualsiasi tipo di conto per minorenni debba essere in realtà aperta dai tutori naturali (come i genitori) o da quelli legali, che esercitano la patria potestà sul minore.
Nonostante la firma del genitore, il conto corrente sarà evidentemente intestato al figlio, che diviene titolare delle somme depositate, che potrà gestire in completa autonomia solamente al compimento del 18mo anno di età.
Dunque, i genitori e i tutori legali del minorenne non sono affatto cointestatari del conto, anche se di fatto possono gestire completamente lo stesso, a seconda delle proprie preferenze, e avendo sempre bene in mente la necessità di guardare al bene del giovane intestatario del rapporto.

Come scegliere il conto corrente per minorenni

La scelta del conto corrente per minorenni dovrebbe essere la fase conclusiva di un lungo processo di confronto delle offerte disponibili sul sistema bancario, al fine di individuare quello maggiormente utile per poter soddisfare le ambizioni del giovane intestatario.
Per esempio, molte persone preferiscono sostituire l’apertura di un conto corrente per minorenni con l’apertura di un conto deposito, che prevedono il riconoscimento di tassi di interesse creditori più elevati, a fronte della necessità di sottostare a vincoli temporali più o meno estesi, a seconda degli accordi che sono stati raggiunti tra il cliente e l’istituto di credito.